domenica 18 settembre 2011

La Ciau del Tornavento - Treiso



Piazza Baracco, 7
Treiso (CN)
Tel. 0173 638333

Data Reportage: 7-8-10 (aggiornato 09/2011)
Tipologia del Locale: Ristorante gastronomico, Stella Michelin
Chef: Maurilio Garola

A due anni di distanza, torniamo ad occuparci di una delle stelle del firmamento enogastronomico langarolo, La Ciau del Tornavento, che Maurilio Garola e Nadia Benech hanno saputo portare ai vertici della ristorazione italiana.
La sede è a Treiso nell'edificio che ospitava la scuola elementare del paese, tipica costruzione in stile littorio del 1931, che si affaccia splendidamente sulle colline di Langa.
L'edificio accanto ad essa ospita quattro belle camere a disposizione dei clienti che intendano godere più a lungo di questo luogo di grande cucina.
Il locale si presenta discreto, elegante e curatissimo già all'esterno.









Varcata la soglia ci si trova nel salottino adibito a ricevimento, arredato con comodi divani e tappeti.
Impossibile non rimanere affascinati da una magnifica -e rarissima- affettatrice Burger VDF, che veniva prodotta a Bruxelles ad inizio '900 dalla ditta Van Droogenbroeck Frères.
Proprio di fronte si apre l'elegante, ampia sala da pranzo affacciata come una veranda sulle colline antistanti; arredata con gusto, ha pavimenti in lucidissimo parquet chiaro coperto qua e la da tappeti di pregio, sobrie pareti decorate in spugnato giallino chiaro, ricchi tendaggi, un camino di modernissimo design ed ampi tavoli rotondi e ben distanziati.









L'ambiente è di gran classe, riposante e gradevole.
Un secondo punto di forza de la Ciau del Tornavento è il curatissimo dehor esterno, che fa di questo ristorante un vero Relais de Campagne in terra di Langa.









La cantina, che per assortimento e profondità di annate merita una visita ad occhi sgranati, è ricavata nel tufo della collina.
Ospita 30.000 bottiglie di 200 produttori, per un totale di 800 etichette diverse, ed è dotata di "caveau" per custodire i prodotti più preziosi.





L'ingresso all'area blindata è protetto da una imponente porta con maniglia rotonda, rifinita in acciao spazzolato.





L'impeccabile "mise en place" prevede posaterie in argento, calici Riedel, vasellame Dudson, piatti (e piattini per il pane) in cristallo Nachtmann.
In sala viene diffusa una piacevole musica d'ambiente.







Per il carrello dei formaggi che troneggia in un angolo della sala, vogliamo sfoderare un aggettivo inusuale per un reportage gastronomico: libidinoso!
Tra le altre cose, Toma d' la paja, Robiola di Roccaverano, Robiola di pecora, Toma di Murazzano (di pecora), Bra "ciuch" (stagionato sotto le vinacce di Barbera), Gorgonzola dolce di Novara, Toma Valdese, Taleggio, Toma di latte vaccino stagionata nelle spezie...









La cucina di Maurilio Garola si basa sui grandi prodotti del territorio accuratamente selezionati presso i migliori produttori.
Tecnica sopraffina e una dosata componente di ricerca, non tanto negli accostamenti quanto nelle presentazioni, ne fanno un classico a cui è piacevole accostarsi con grande frequenza.
Non mancano i piatti di pesce, selezionato secondo l'offerta del mercato ittico, che vanno a comporre un raffinatissimo menu di mare.





Le cucine, suddivise in 2 locali differenti -quello per la pasticceria separato dal corpo principale- sono tecnologiche ed ordinatissime.
Nella loro conduzione, Maurilio può contare sull'aiuto prezioso del suo secondo Marco Lombardo e di uno staff perfettamente addestrato ed affiatato.



In sala Nadia Benech è una squisita padrona di casa, coadiuvata a meraviglia da Aneta, Koki e Naobumi.





Il vasto aromatario annesso al giardino è deputato a fornire tutti i profumi che arricchiscono i piatti de La Ciau del Tornavento.
In occasione della nostra visita precedente, fu Maurilio in persona ad illustrarcene le caratteristiche: nella foto di allora lo vediamo impegnato a conversare con la nostra Laura.

LEGGI TUTTO...

Informazioni utili sui commenti

Per chi desideri leggere l'intero articolo c'è il link LEGGI TUTTO
Qui sul blog -luogo interattivo per definizione- lasciamo invece spazio ai vostri commenti, che sono sottoposti ad una rigida policy da visionare prima di postare.

Fai tu il Critico sul Blog!

I Post civili e propositivi sono graditi.
Raccomandiamo educazione: i commenti sono sottoposti a regole e vengono moderati, prendi visione della policy prima di postare.

PUBBLICA IL TUO POST:

Nessun commento: