venerdì 24 febbraio 2012

Ristorante La Piana - Carate Brianza


Via Zappelli, 15
Carate Brianza (MB)
Tel. 0362 909266
Fax. 0362 803517

Data Reportage: 24-2-12
Tipologia del Locale: Ristorante con specialità regionali
Chef: Gilberto Farina

Il ristorante La Piana ha sede a Carate Brianza, a pochi chilometri da Milano, inserito in una piccola corte lombarda, utilizzata come spazio esterno.







Vi si accede attraversando il piano pilotis del condominio di appartenenza, passando poi accanto alla preziosa cantina a vista e al bel dehor.









All'ingresso c'è un piccolo banco d'accoglienza, con la cantinetta climatizzata, l'armadio guardaroba e, subito dietro, i servizi.





Le due salette da pranzo sono ben arredate, con pavimenti in cotto e porzioni di pareti con i mattoni a vista.









L'ambiente è caldo e piacevole, impreziosito da scaffalature in legno per le numerose bottiglie esposte.







Degno di nota il bel soffitto in legno scuro con travature a vista.



La "mise en place" è realizzata con tovagliati Frette, posate Ros, bicchieri da acqua colorati e calici per il vino Luigi Bormioli serigrafati La Piana.









La cantina, affacciata sulla corte con un'ampia vetrina, può essere riservata per riunioni conviviali in un ambiente caratteristico e gradevole.













Il servizio è attento e preciso, con lo stesso chef e patron Gilberto Farina ben presente in sala per consigliare gli abbinamenti enologici ed illustrare le pietanze.
La carta dei vini è molto ben costruita, con un occhio di riguardo per i piccoli produttori locali con le loro chicche, una sezione dedicata ai "vini del mese" in degustazione, e un'altra all'"outlet dei vini"; sono presenti un buon numero di Champagne e parecchie birre artigianali.



LEGGI IL SEGUITO... Il nostro pasto, Mappa satellitare e tanto altro...

Informazioni utili sui commenti

Per chi desideri leggere l'intero articolo c'è il link LEGGI TUTTO Qui sul blog -luogo interattivo per definizione- lasciamo invece spazio ai vostri commenti, che sono sottoposti ad una rigida policy da visionare prima di postare.

Fai tu il Critico sul Blog!

I Post civili e propositivi sono graditi.
Raccomandiamo educazione: i commenti sono sottoposti a regole e vengono moderati, prendi visione della policy prima di postare.

PUBBLICA IL TUO POST:

giovedì 23 febbraio 2012

Cracco - Milano



Via Victor Hugo, 4
Milano
Tel. 02 876774
Fax. 02 861040

Data Reportage: 23-2-12
Tipologia del Locale: Ristorante gastronomico, 2 stelle Michelin
Chef: Carlo Cracco

Il Ristorante Cracco è situato a Milano, in pieno centro, a pochi metri da Piazza del Duomo, molto ben servito dalla metropolitana.





L'ingresso con due vetrine si apre sulla scenografica scala moderna che conduce alla sala d'attesa al mezzanino, con guardaroba e servizi, e alle sale da pranzo del piano inferiore.









Gli interni, completamente rinnovati ed ampliati nel 2007 ad opera degli architetti Beretta, costituiscono un ambiente elegante e confortevole, impreziosito dalle boiseries di ciliegio che rivestono parte delle pareti.
La "sala d'attesa" viene talvolta utilizzata per apparecchiarvi alcuni tavoli.
Dalla sua balaustra in cristallo lo sguardo spazia sugli ampi spazi inferiori, che colpiscono per le soluzioni d'arredo, davvero spettacolari e per l'armonia di luci e colori.





Le sale da pranzo possono accogliere una sessantina di ospiti, offrendo un’atmosfera ariosa e modernissima, perfettamente in linea con la cucina innovativa di Carlo Cracco.
I tavoli, ampi e molto distanziati, sono serviti da comode poltroncine con la seduta in pelle.







Lasciamo la parola alle immagini, che descrivono uno dei più bei ristoranti che ci sia capitato di vedere.













Pavimenti in pregiati marmi bianchi incorniciati da marmi scuri, pezzi d'arte moderna, abat-jour, giochi di nichhie e di specchi; ogni particolare è stato pensato per raggiungere un risultato finale armonico, essenziale ed elegante.







La "mise en place" è realizzata con ricchi tovagliati Rivolta Carmignani
(tovaglioli e piatti sono personalizzati con il logo Cracco),
posaterie Alessi inox 18/10,
e calici Spiegelau.
Su ogni tavolo, centrotavola con fiori freschi.







Anche i bagni si distinguono per eleganza e raffinatezza.



Il personale di sala veste in nero. Vogliamo citare personalmente l'impeccabile giovane Sommelier Giulia Armilotta e la dolcissima Margarita Tuason Camara che ha servito il nostro tavolo.
La ricca cantina offre una scelta di 2.000 etichette accuratamente selezionate tra le migliori del mondo.





Nella foto ricordo, la vostra inviata Laura Albé accanto a Giulia Armillotta, con lo staff di sala al completo.

LEGGI IL SEGUITO...
Il nostro pasto, Mappa satellitare e tanto altro...


Informazioni utili sui commenti

Per chi desideri leggere l'intero articolo c'è il link LEGGI TUTTO
Qui sul blog -luogo interattivo per definizione- lasciamo invece spazio ai vostri commenti, che sono sottoposti ad una rigida policy da visionare prima di postare.

Fai tu il Critico sul Blog!

I Post civili e propositivi sono graditi.
Raccomandiamo educazione: i commenti sono sottoposti a regole e vengono moderati, prendi visione della policy prima di postare.

PUBBLICA IL TUO POST: