domenica 19 agosto 2012

Bambini a tavola


By Lewis Hine, 1874-1940, photographer. [Public domain], via Wikimedia Commons

Mi permetto di inserire un mio pensiero in questo blog...
Volevo parlarvi del mio rapporto ristorante/bambini.
Premetto che sono una mamma e prima ancora sono stata figlia.
La mia è stata in entrambi i casi una educazione normo-severa.
Io penso che non sia né crudele né criminale proibire a un bambino di urlare, correre per la sala, giocare a tavola, fare capricci, ecc...
Trovo che sia educativo e piacevole insegnare ai nostri figli le regole del bon-ton a tavola.
Non è giusto che gli altri commensali debbano subire la furia selvaggia dei vostri figli.
Chi sceglie una serata al ristorante esce per trascorrere una serata romantica, amichevole o di lavoro; se avesse voluto sentire urla o vedere scene di wresting sarebbe andato allo stadio o ad un incontro di pugilato.
Quindi mi rivolgo a voi, mamme e papà che siete così fieri della cosiddetta "vivacità" delle vostre creature: "Per favore, uscite una volta di meno e pagatevi una baby sitter. Ve ne saremo tutti grati".

Al, inviato "speziale"

Informazioni utili sui commenti

Tutti i commenti sui Reportage di Convivium sono graditi.
Non verranno invece presi in considerazione i post in forma di recensione.
Raccomandiamo educazione e toni civili: tutti i commenti sono sottoposti ad una rigida policy, da visionare prima di postare.

Nessun commento: